Mamma innamorata della sua bambina, ma anche del marito. Vegetariana, ma non mangio solo insalate. Cervellotica, ma posso ridere delle più piccole banalità. Disoccupata, ma lavoro anche senza stipendio.


18 ottobre 2016

Proviamo a tornare alla normalità.. anche se la nausea persiste e il pensiero è sempre lì.
Come reazione mi sono un po' buttata sul cibo, non è che mi abbuffo ma sto usando ingredienti che non vedevo da dieci anni.
Ho fatto una cheesecake cotta e al super non sapevo nemmeno dove fosse il burro, ho comprato le sottilette per il pane tostato e Sofia le ha mangiate per la prima volta in vita sua (subito estasiata da morire, la seconda già nauseata), ieri con la panna avanzata dalla torta frutti di bosco caldi.. anche lì Sofia felicissima ma dopo due cucchiai basta.
Il suo corpo non è proprio abituato a certi cibi grassi e zuccherosi, tocco con mano per la prima volta i risultati della nostra educazione alimentare e non posso che essere contenta.

Esperimenti culinari a parte (che sono da archiviare) il w-end è passato tranquillo.
Sabato siamo andati a vedere per l' asciugatrice e poi ci siamo fermati a mangiare a Verona dove abbiamo trovato un collega/amico di Gabriele e ci siamo fermati a chiacchierare poi a casa dove tutti saremmo crollati a dormire, tranne Seba che a turno è stato con me e il marito. Il pomeriggio tardi siamo andati a casa di amici e abbiamo cenato da loro, le bambine hanno giocato benissimo e la mia amica si è spupazzata Seba per bene.. lui non è molto da stare con altri ma lei gli è sempre piaciuta!

Domenica invece era in programma gardaland! Quattro famiglie con: cinque bambine di 5 e 6 anni e tre maschietti da 1 a 4. Il delirio!
Siamo arrivati a Castelnuovo e un macello di traffico, quindi abbiamo cambiato programma e ci siamo spostati a Bardolino.. tanto avevamo dietro le cose per il pic-nic ed era una bellissima giornata da passare al lago. È stata una giornata carina ma non me la sono goduta molto, avevo tanto fastidio di stomaco e la notte avevo sognato di avere un' emorragia che mi ha lasciato di cattivo umore dal risveglio.

Domani vado in ospedale per il raschiamento, devo essere dentro alle 7.30  e poi spero mi dimettano nel tardo pomeriggio. Gabriele resterà con me tutto il giorno e spero che passi in fretta, non vedo l' ora che sia tutto finito e poter iniziare ad andare oltre. Sono i sintomi di una gravidanza in atto che mi fanno andare fuori di testa e non sopporto, ho davvero bisogno che il mio corpo si accorga di quello che è successo così anche il cuore e la testa potranno trovare pace.
Ho davvero tanta ansia per domani, spero di non agitarmi troppo.

8 commenti:

  1. <3 ti dico solo che ti penso tanto!
    E ti mando un abbraccio!
    Andrà tutto bene!

    RispondiElimina
  2. Spero che ti arrivino i nostri pensieri positivi. Coraggio

    RispondiElimina
  3. Ti penso tanto anche io..coraggio..noi siamo sempre qui per te e i tuoi sfoghi..non essendoci passata non so cosa altro dire..ma ti sento forte e motivata ad andare avanti..come fai sempre del resto..un abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. Tanti pensieri positivi per te. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Tanti pensieri positivi per te. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Col pensiero siamo con te...un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Tranquilla, vedrai che andrà tutto bene!

    RispondiElimina